Revisioni auto, scadenze a ottobre

Tutte le scadenze in precedenza entro il 31 luglio slittano al 31 ottobre 2020. Restano validi gli altri termini.

March 19, 2020
Area Sviluppo Mestieri Contattaci per saperne di più

L’emergenza Coronavirus fa slittare anche le scadenze previste per le revisioni auto. Il Decreto Cura-Italia (comma 4 dell’art. 89), prevede infatti la proroga al 31 ottobre 2020 per tutte le revisioni da oggi fino al 31 luglio 2020


Circolazione autorizzata fino al 31 ottobre


In sostanza, la norma stabilisce che tutti i mezzi (auto, moto, autocarri, ecc.) da sottoporre entro il 31 luglio alle attività di visita e prova (previste dagli articoli 75 e 78 del Codice della Strada) o alle attività di revisione (stabilite dall’articolo 80), possano continuare a circolare fino al 31 ottobre 2020, senza incorrere in sanzioni.


Chi rientra nel provvedimento


Le revisioni rinviate riguardano: 

1) auto, ciclomotori e motocicli  immatricolati da marzo a luglio 2016 o sottoposti a ultima revisione da marzo a luglio 2018; 

2) le tipologie di veicoli elencate nel comma 4 dell’art. 80 del Codice della Strada sottoposte a ultima revisione da marzo a luglio 2019. 


Ricapitolando, le vetture interessate dal rinvio - ovvero tutte quelle con scadenze comprese tra oggi e il 31 luglio - sono dunque autorizzate a effettuare la revisione (auto, moto, autocarro, ecc.) entro il 31 ottobre 2020, senza incorrere in alcuna sanzione. 


Restano le altre scadenze


La revisione auto va effettuate in base all’età e alla tipologia del veicolo (ogni quattro, due oppure ogni anno) e in ogni caso entro il mese corrispondente al rilascio della carta di circolazione, o corrispondente all’ultima revisione. 


Pertanto, le revisioni a partire dal 1 agosto 2020 in poi (ovvero quelle escluse dal decreto) dovranno essere effettuate alla scadenza prevista nella carta di circolazione.




 [Car photo by freepik - www.freepik.com]



Area Sviluppo Mestieri Contattaci per saperne di più

Condividilo nei social!