MENU
VENETO OVEST

Edilizia, via ai lavori sull'esistente

La nuova ordinanza della Regione Veneto dà il via libera da oggi ai lavori sul patrimonio immobiliare esistente.

April 24, 2020
Area Sviluppo Mestieri Contattaci per saperne di più

Si allenta parzialmente il lockdown per le imprese del settore casa. La Regione Veneto infatti ha diffuso oggi una nuova ordinanza a firma del presidente Luca Zaia, che contiene le prime aperture verso un graduale ritorno alla normalità, rispetto alle restrizioni contenute nel precedente ordinanza del 14 aprile.



Tra i destinatari, come detto, anche i professionisti del comparto edile ed impiantistico. Vediamo nel dettaglio i due punti d’interesse per il settore.


Via agli interventi sul patrimonio edilizio esistente


Dalle 15 del 24 aprile 2020 è consentita l’attività sul patrimonio edilizio esistente, secondo il regime della comunicazione e della comunicazione asseverata previste dagli articoli 6 e 6 bis del decreto del Presidente della Repubblica n. 380 del 6 giugno 2001. In sostanza, per gli interventi di ristrutturazione e manutenzione ordinaria o straordinaria, le imprese potranno tornare operative. Sempre nel rispetto degli standard di sicurezza indicati dal Protocollo nazionale del 14 marzo e delle linee guida sui cantieri del 19 marzo.



Opere pubbliche, chiarezza sui codici


Per le opere pubbliche, il decreto mette ordine indicando in modo chiaro per quali lavori è possibile l’esecuzione, a prescindere dai codici Ateco delle aziende: 


a. strade, autostrade, ponti, viadotti, ferrovie, linee tranviarie, metropolitane, funicolari, e piste aeroportuali, e relative opere complementari

b. opere d'arte nel sottosuolo

c. dighe

d. acquedotti, gasdotti, oleodotti, opere di irrigazione e di evacuazione

e. opere marittime e lavori di dragaggio

f. opere fluviali, di difesa, di sistemazione idraulica e di bonifica

g. opere di ingegneria naturalistica

h. opere strutturali speciali

i. demolizione di opere



(Costruzione foto creata da freepik - it.freepik.com)

Area Sviluppo Mestieri Contattaci per saperne di più

Condividilo nei social!