giovani imprenditori

Festival Città Impresa, CNA porta la voce dei giovani

Venerdì 17 in Sala Stucchi la ripartenza dal punto di vista delle nuove generazioni. Ospiti l'assessore Giovine, i presidenti CNA Vicentini e Stimoli, la manager Bonaventura.

September 9, 2021
Area Sviluppo MestieriContattaci per saperne di più

CNA si conferma anche quest’anno tra partner di rilievo del Festival Vicenza Città Impresa, portando alla kermesse il punto di vista delle nuove generazioni. L’impresa dei giovani per la ripartenza del Paese sarà infatti il tema al centro dell’evento che l’associazione ha scelto di promuovere nella tre giorni del festival. L’appuntamento, dal titolo Generation of Now. Giovani Pronti a fare l’impresa, è gratuito e in programma in presenza o in streaming online:

 

venerdì 17 settembre

ore 18

Sala Stucchi di Palazzo Trissino

corso Palladio 98, Vicenza

 

Al tavolo dei relatori si confronteranno Marco Vicentini (Presidente nazionale CNA Giovani Imprenditori), Diego Stimoli (Presidente Giovani Imprenditori CNA Veneto Ovest), Silvio Giovine (assessore alle Attività produttive Comune di Vicenza) e Barbara Bonaventura (Direzione Generale e Marketing di Experenti). A moderare il dibattito sarà Diana Cavalcoli, giornalista del Corriere della Sera.



 

Tra gli argomenti su cui si articolerà il confronto, le prospettive per consentire ai giovani di diventare protagonisti dell’impresa che si affaccia alla ripartenza, attraverso modelli di sviluppo più inclusivi e scelte strategiche nell’utilizzo delle risorse previste dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. L’evento quindi fornirà un primo interessante nucleo di temi per lanciare idealmente il CNA Next, il grande talk nazionale dei Giovani Imprenditori CNA che quest’anno andrà in scena proprio a Vicenza, venerdì 1 ottobre in Basilica Palladiana.

 

«Quando si parla dei problemi dei giovani – osserva Diego Stimoli, presidente Giovani Imprenditori CNA Veneto Ovest – si pensa sempre a trovare soluzioni per loro, ma non con loro. E spesso le scelte che li riguardano sono prese senza adeguate prospettive, proprio perché più imposte che condivise. Con questo evento, e poi con il successivo Next di ottobre, andremo a capovolgere questo punto di vista: siamo giovani e vogliamo essere protagonisti adesso del nostro tempo, e dimostreremo di avere i giusti argomenti per affrontare una ripartenza difficile come quella che ci attende».

Area Sviluppo MestieriContattaci per saperne di più

Condividilo nei social!