MENU
VENETO OVEST

Bonus famiglia: tutti gli incentivi per le nuove nascite

Uno schema chiaro e completo delle agevolazioni previste dalla Legge di Bilancio 2020

February 10, 2020

Incentivi alla natalità e bonus alle famiglie: con la Legge di Bilancio 2020 il Governo ha ampliato tutte le misure a sostegno dei nuclei familiari alle prese con l’arrivo di un nuovo figlio. Con l’aiuto del nostro Patronato Epasa Itaco, proviamo a riassumere in modo chiaro e semplice le agevolazioni più importanti da tenere a mente.


Premio alla nascita (bonus mamma)


È un contributo unico che spetta a tutti coloro che stanno per avere un figlio o ne adottano uno, dell’importo di 800 euro. Viene corrisposto alla futura mamma al settimo mese di gravidanza, alla nascita o all’atto di adozione.


Può essere richiesto dalla madre (se cittadina italiana, comunitaria o non comunitaria) ma solo se regolarmente presente e residente in Italia.


Come fare domanda


Ci sono due alternative possibili:

  • inviare la documentazione in autonomia, tramite il sito dell’Inps (se già in possesso del Pin Cittadino)
  • rivolgersi al nostro Patronato Epasa Itaco


CONTATTA IL PATRONATO


Assegno di natalità (bonus bebè)


Se prima era riservato alle famiglie con redditi più bassi (soglia Isee € 25.000), oggi è stato esteso a tutti (ma decresce progressivamente in base all’aumento del valore Isee).


È erogato in 12 mensilità, spetta per i figli nati o adottati nel 2020 e ha un importo variabile in base all’Isee della famiglia:


  • 160 euro al mese per famiglie con Isee fino a 7mila euro
  • 120 euro al mese per famiglie con Isee dai 7 ai 40mila euro
  • 80 euro al mese per famiglie con Isee oltre i 40mila euro


Il bonus aumenta del 20% se nel 2020 nasce o è adottato un secondo figlio.


SCARICA LA LISTA DEI DOCUMENTI PER IL CALCOLO ISEE


Come fare domanda


Va prima di tutto calcolato il proprio Isee, la domanda si consiglia di presentarla entro il termine di 90 giorni dalla nascita per non perdere mensilità. 


Poi le alternative sono sempre le seguenti:


  • inviare la documentazione in autonomia, tramite il sito dell’Inps (se già in possesso del Pin Cittadino)
  • rivolgervi al nostro Patronato Epasa Itaco


SCARICA LA LISTA DEI DOCUMENTI PER IL CALCOLO ISEE


CONTATTA IL PATRONATO


Bonus asilo nido


È il bonus che aiuta le famiglie alle prese con le spese per:


  • il pagamento di rette di asili nido pubblici o privati
  • il servizio di baby sitting domestico per bambini affetti da gravi patologie croniche


Vale per bambini al di sotto dei 3 anni di età. 


Viene erogato in 11 mensilità (previa presentazione delle ricevute attestanti il pagamento della retta), ha un importo variabile in base all’Isee della famiglia:


  • 3000 euro annui se l’Isee è inferiore ai 25mila euro
  • 2500 euro annui se l’Isee è tra i 25mila e i 40 mila euro
  • 1500 euro annui se l’Isee è superiore a 40 mila euro


SCARICA LA LISTA DEI DOCUMENTI PER IL CALCOLO ISEE


Lo possono richiedere i cittadini italiani, comunitari o extracomunitari regolari con permesso di soggiorno di lungo periodo, a patto di essere residenti in Italia.


Come fare domanda


Anche in questo caso le alternative sono sempre le seguenti:


  • inviare la documentazione in autonomia, tramite il sito dell’Inps (se già in possesso del Pin Cittadino)
  • rivolgervi al nostro Patronato Epasa Itaco


SCARICA LA LISTA DEI DOCUMENTI PER IL CALCOLO ISEE


CONTATTA IL PATRONATO



Congedo al padre lavoratore


OBBLIGATORIO


A partire dal 2020 il padre lavoratore dipendente deve usufruire di 7 giorni di congedo obbligatorio da utilizzare entro i primi 5 mesi di vita del figlio.


I giorni possono essere anche non continuativi, e si possono godere contemporaneamente alla madre. Il padre ha diritto al congedo anche in caso di adozione o affidamento.


L’indennità, pari al 100% della retribuzione, è a carico dell’Inps anticipata dal datore di lavoro.



FACOLTATIVO


Oltre ai giorni obbligatori, il padre può usufruire di un giorno di congedo facoltativo, di fatto “prelevandolo” dal monte giorni a disposizione della madre. Anche in questo caso l’indennità, pari al 100% della retribuzione, è a carico dell’Inps, anticipata dal datore di lavoro.  




(Foto http://www.freepik.com">Designed by freepic.diller)

Condividilo nei social!